venerdì 28 febbraio 2014

Carpaccio di polpo (nella bottiglia)


Molto tempo fa trovai in rete (se non sbaglio era un post su cookaround di ArabaFelice) il procedimento per preparare il carpaccio di polpo con una bottiglia. Qualche giorno fa passo a casa di mia mamma e lo aveva fatto lei...me l'ha fatto assaggiare e mi è piaciuto da paura!! E quindi finalmente l'ho provato anche io. Mi dispiace di non aver fotografato i passaggi, spero di riuscire a spiegarmi bene.

Ingredienti:
  • polpo 
  • olio, limone, sale, pepe
  • prezzemolo
  • una bottiglia di plastica più "liscia" possibile (io ho usato una bottiglia di Lete)
Lessare il polpo: io lo faccio così con la pentola a pressione, altrimenti potete farlo come da vostra abitudine.
Quando è freddo (ricordate che va fatto freddare nella sua acqua), si fa a pezzi: io ho tolto i tentacoli uno a uno senza rispezzettarli e fatto ad anelli il sopra.

Ora: 
- tagliare la bottiglia all'incirca a metà
- fare delle incisioni sul fondo con le forbici o con uno spiedino scaldato: questi buchi ci serviranno per far uscire l'acqua. 
- inserire i pezzi di polpo 
- pressare il più possibile per far uscire tutta l'acqua: io ho fatto un po' con le mani, poi ho usato il batticarne. Mi raccomando a questo passaggio che va fatto accuratamente: il     liquido deve essere espulso del tutto!
- tagliare la parte superiore della bottiglia facendo delle linguette di un paio di cm che ripiegherete verso l'interno, in modo da chiudere l'estremità della bottiglia.
. avvolgere la bottiglia con un bello strato di carta stagnola.
- 24 ore in frigo e 1 ora in congelatore che ci permetterà di tagliarlo senza problemi

Siamo al momento della preparazione delle fette: io l'ho tagliato a mano perchè non volevo sporcare l'affettatrice ma si può usare tranquillamente, ottenendo anzi un risultato migliore!

Condite ora le fette con olio, limone, pepe e prezzemolo. Assaggiate e se necessario aggiungete un po' di sale (io non l'ho aggiunto). 

E' vero che come tutto il pesce non è proprio economico, ma vi assicuro che tagliato sottile vi farà una gran resa: io ne ho preso uno non troppo grande e ci abbiamo fatto due pasti in due e considerate che -avendolo tagliato a mano-non era venuto tagliato nemmeno troppo sottile.Preparatelo se avete ospiti ... il successo è assicurato! 

venerdì 14 febbraio 2014

Spezzatino con patate nella pentola a pressione


Faccio sempre lo spezzatino nella pentola a pressione, così posso cuocerlo in un tempo ragionevole (più o meno mezz'ora) e senza doverlo controllare e girare. Se la carne è di qualità si ottiene uno spezzatino tenerissimo, che si taglia come burro. Ecco la ricetta:

Ingredienti:

  • 1/2 di kg di carne a cubetti per spezzatino
  • 1/2 kg di patate a cubetti senza buccia
  • 1 bicchiere di polpa di pomodoro
  • 2 - 3 cucchiai di soffritto tritato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
Scaldare l'olio in padella. Infarinare la carne come spiego qui, metterla in padella e far rosolare bene. 

Sfumare col vino bianco. Una volta evaporato, aggiungere gli odori, il pomodoro e un bicchiere d'acqua. Chiudere la pentola e cuocere per 15-20 minuti dal sibilo (io faccio i cubetti abbastanza piccoli e cuocio per 15 minuti). Far sfiatare e aprire.

Aggiungere le patate. Io ne faccio a cubetti più grandi e altre più piccole, così i grandi restano interi mentre i piccoli si sfaldano: a me piace così, ovviamente regolatevi secondo il vostro gusto.

Importante: controllate la quantità di liquido e se fosse troppo asciutto, aggiungete un altro po' d'acqua. Chiudete di nuovo e fate cuocere un'altra decina di minuti dal sibilo.
Regolate di sale e pepe e servite!

domenica 9 febbraio 2014

Gnocchi di ricotta

Altro regalo della mitica Marble! Ragazzi...questi gnocchi sono F A V O L O S I !! Si fanno veramente in un lampo, non si appiccicano in cottura e sono buonissimi! Io li ho fatti col Bimby, ma sono facilissimi e si possono impastare a mano senza tribolare! La prossima volta per non sporcare il boccale, li impasterò grossolanamente in una ciotola con un mestolo e finirò di amalgamare sulla spianatoia. Inoltre non ci sono uova, quindi sono adatti anche per chi fosse intollerante.

Ingredienti:
  • 500 g di ricotta (per questa ricetta meglio quella di mucca)
  • 200-250 g di farina
Sgocciolate bene la ricotta e mettetela nel boccale con 200 g di farina. Io non aggiungo altro, ma a vostro gusto potete aggiungere noce moscata o altre spezie. Azionate a vel. Spiga e sbirciate dal foro: se vedete che si appiccica sul fondo aggiungete altra farina, un cucchiaio alla volta. In pochi secondi si formerà l'impasto. 
Appena si compatta, trasferite il composto sulla spianatoia ben infarinata e date un'impastatina a mano, che non fa mai male, aggiungendo se necessario dell'altra farina. 
Ora fate gli gnocchi come fossero di patate: ricavate dei rotolini e con una spatola tagliate gli gnocchetti. Passateli poi sui rebbi della forchetta per dargli le tipiche righette e il gioco è fatto!
Si lessano in abbondante acqua salata e quando vengono a galla tutti sono pronti! Conditeli con semplice burro e salvia, con un sugo di pomodoro o come propongo qui...come preferite! Consiglio però di evitare condimenti troppo forti come 4 formaggi, che coprirebbero la delicatezza di questi gnocchi! 
Lo ripeto: buonissimi davvero!






Qui li vedete conditi con un sugo di pomodoro 


Fonte: la cucina di Marble

Ti unisci ai miei followers?

A destra puoi aggiungerti ai  lettori fissi

Qui c'è la mia pagina Facebook: incucinadicorsa

Qui mi trovi su Google: In cucina di corsa


ciaoooo e grazieee!!

Tortine alla carota con Bimby



Ieri, in preda alla disperazione di non riuscire a far mangiare le verdure alle bimbe, mi sono gettata su queste tortine alle carote. Poi mi sono resa conto che alla fine le carote sono poco più che una scusa per dare il colore, ma almeno spero che sia servito loro per smettere di vedere qualsiasi verdura come un nemico! Le tortine sono buonissime e intanto le signorine a colazione ne hanno mangiate una quantità indicibile ... prendiamolo comunque come un buon inizio! :D

Ingredienti:
  • 200 g di zucchero
  • 100 g di mandorle
  • 300 g di carote
  • 2 uova
  • 100 g di latte
  • 100 g di olio di semi
  • 300 g di farina
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
Mettere nel boccale le mandorle e lo zucchero: 40 sec. vel.6.
Aggiungere le carote a pezzi e frullare ancora 30 sec. vel.6. Spatolare il boccale riunire il composto sul fondo. Aggiungere gli altri ingredienti e frullare 1 min. a vel.4.
Mettere il composto in pirottini di carta monouso (io uso due cucchiai per farlo) poggiati in una teglia. Cuocere a 160° per circa 20 minuti.
Grazie all'autrice del blog "ricette-bimby.net" per la ricetta (qui il link).
Buonissime!


Crema catalana con Bimby


La crema catalana è uno dei miei dolci preferiti! Da tempo cerco di prepararla in casa, ma fra le mille ricette che ho provato, non ne avevo trovato ancora una che mi convincesse: troppi tuorli, troppa panna, ecc. Ieri ho fatto questo tentativo, facendo un mix di alcuni ricette prese dalla rete: decisamente il miglior risultato ottenuto fino ad ora! 

Ingredienti:

  • la scorza di mezzo limone (solo la parte gialla)
  • 100 g di zucchero
  • 4 tuorli
  • mezzo litro di latte intero
  • la punta di un cucchiaino di cannella grattugiata
  • due cucchiai di amido di mais
  • zucchero di canna
Mettere nel boccale la scorza del limone e i 100 g di zucchero. Frullare 40 sec. vel 7. Aggiungere il resto degli ingredienti e cuocere 90° 7 min. vel.4.
Versare subito in coppette adatte e coprire con la stagnola. Lasciar raffreddare e tenere in frigo per almeno tre ore. Prima di servire, spolverare la superficie con lo zucchero di canna e caramellare in uno dei seguenti modi:
- inserire le ciotoline in una teglia con acqua fredda e ghiaccio e passare per 2-3 minuti sotto il grill del forno
- mettere pochissimo alcool sulla superficie e accendere con un accendino (molto coreografico, perchè potete servire la vostra crema.. flambè)
- usare un caramellatore (io uso la fiamma da saldatore..CHE PU-TEN-ZA!! :D)

Io l'ho fatta con il Bimby, ma vi suggerisco il procedimento per farla senza:
tenere da parte mezzo bicchiere di latte e due cucchiai di zucchero. Scaldare in un pentolino il restante latte e il restante zucchero con la scorza del limone e la cannella. Nel frattempo sciogliere nel mezzo bicchiere di latte l'amido di mais. Sbattere i tuorli con i cucchiai di zucchero e unirci latte e amido.
Filtrare sul composto il latte caldo e rimettere sul fuoco mescolando fino a che la crema non si addensa. Versare nelle ciotole monodose e procedere come sopra.

Buon dessert!

Ti unisci ai miei followers?

A destra puoi aggiungerti ai  lettori fissi

Qui c'è la mia pagina Facebook: incucinadicorsa

Qui mi trovi su Google: In cucina di corsa


ciaoooo e grazieee!!

sabato 1 febbraio 2014

Pane leggero con pasta madre


Ho provato diverse ricette di pane con la pasta madre, ma spesso ottenevo un pane pesante, non alveolato; dalle mie parti si dice "zeppo".
Oggi ho provato questa ricetta semplicissima e senza pieghe (non mi piace per niente dare le pieghe agli impasti!) e sono contentissima del risultato! tanto che con una mano scrivo e con l'altra tengo una fetta di pane e nutella...mamma miaaaaa, come è....

Ingredienti:

  • 400 g di farina 0
  • 250 g d' acqua
  • 150 g di pasta madre
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 10 g di sale
  • semi di sesamo
Mettere tutti gli ingredienti nella macchina del pane e azionare il programma solo impasto (nella mia dura 1 ora e mezzo). Se non avete la m.d.p. potete tranquillamente impastare come fate di solito (nel bimby, in un mixer, impastatrice o a mano) e mettere l'impasto a lievitare in una ciotola per un'ora e mezzo-due.

A questo punto ho rovesciato l'impasto sulla spianatoia, gli ho dato una forma allungata di filone e l'ho messo in una teglia antiaderente. Me lo sono dimenticato in forno per circa 6 ore.

Ho preso il pane che era ben lievitato, l'ho spruzzato con dell'acqua vaporizzata e ho cosparso la superficie con semi di sesamo.

Ho messo in forno, l'ho acceso al massimo e ho messo un pentolino d'acqua. Cotto per 15 minuti.

Ho tolto il pentolino, ho abbassato a 180° e cotto con caldo solo sotto per altri 12-13 minuti (controllate e se necessario prolungate la cottura).

Fatto freddare su una griglia, affettato e pappato! Buonissimo e leggerissimo, come piace a me!

Ps. un consiglio: se siete a dieta non provatelo con prosciutto cotto maionese... ;-)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...