lunedì 8 dicembre 2014

Canederli con lo speck

Altra ricetta della saga: "Nun se butta niente"!

Quando sono in modalità "sbornia da pasta madre" panifico in continuazione...il risultato è un abbondante esubero di carboidrati in giro per casa, che non sempre le nostre bocche seppur affamate riescono a smaltire. 

I canederli - oltre ad essere buonissimi - sono anche un'ottima risorsa per il riciclo-smaltimento del pane raffermo! Sono infatti una sorta di polpette di pane arricchite con ingredienti vari, spesso con lo speck come in questa versione.Si servono poi in brodo o scolati e conditi con burro e salvia.


Si preparano molto velocemente e sono perfetti per una fredda serata invernale (non me ne vogliano gli amici trentini se la ricetta originale fosse tutt'altra cosa...).
E ora...via con la ricetta!

Ingredienti circa per 4 persone:
  • 100 g di speck
  • 300 g pane raffermo (la ricetta originale prevedeva 250 g, ma il mio composto non era impastabile e quindi ho dovuto aggiungere altri 50g)
  • 2 uova
  • 200 g latte
  • 2 cucchiai parmigiano

Tritare lo speck qualche secondo a velocità 8 e metterlo da parte.


Mettere nel boccale il pane a pezzi e tritare per una ventina di secondi aumentando gradualmente la velocità fino al massimo.

Aggiungere lo speck e gli altri ingredienti e impastare a velocità 3 in senso orario per due minuti.

Far riposare per una mezz'oretta il composto e poi formare con le mani bagnate delle palline non troppo piccole (nella fonte si suggerisce come una pallina da ping pong).

Cuocere nel brodo bollente per circa 10 minuti e servire con del parmigiano.

Se dovessero avanzare, scolateli dal brodo e metteteli in frigo.
Saranno speciali scaldati al volo in microonde e irrorati con una salsina di gorgonzola sciolto con un po' di latte!!





Ti unisci ai miei followers?


A destra puoi aggiungerti ai  lettori fissi

Qui c'è la mia pagina Facebook: incucinadicorsa

Qui mi trovi su Google: In cucina di corsa


Ciaoooo e grazieee!!

venerdì 5 dicembre 2014

Plum cake 7 vasetti

Ricetta semplicissima e velocissima; senza considerare la cottura si prepara in due minuti d'orologio!
La famosa torta 7 vasetti è davvero versatile come dice il web. Si chiama così perchè si prepara usando il vasetto dello yogurt come dosatore e si può quindi fare anche senza bilancia. La versione plum cake è quella che preferisco. Vista la semplicità la consiglio anche ai novizi della cucina!


Ingredienti:
  • 1 vasetto di yogurt (consiglio al gusto albicocca o banana)
  • 2 vasetti di zucchero (non troppo abbondanti)
  • 3 vasetti di farina (se l'avete potete fare 2 di farina e 1 di fecola)
  • 1 vasetto di olio di semi
  • 3 uova
  • 1 bustina di vanillina (o la scorza grattata di mezzo limone)
  • 1 bustina di lievito per dolci
Mettere lo yogurt nel boccale del Bimby (o in qualsiasi altro mixer) e usare il vasetto per dosare gli altri ingredienti. Aggiungere anche uova, lievito e vanillina.
Amalgamare a vel.4 per una ventina di secondi. Poi ripulire i bordi con una spatola e amalgamare qualche altro secondo. Imburrare e infarinare uno stampo da plum cake grande e versarci l'impasto. 
Se usate uno stampo in silicone già collaudato potete omettere di imburrare e infarinare.

Cuocere una mezz'oretta a 180° (dipende dal forno, fate la prova stecchino).
Se dovesse colorirsi sopra ma non essere ancora cotto, copritelo con un foglio di stagnola e proseguite la cottura con caldo solo sotto.

Spero che dalle foto si intuisca la morbidezza, che fra l'altro si conserva almeno per un paio di giorni...o forse anche di più, non vi so dire visto in casa mia sparisce in un lampo!

Ciao, alla prossima!








Ti unisci ai miei followers?


A destra puoi aggiungerti ai  lettori fissi

Qui c'è la mia pagina Facebook: incucinadicorsa

Qui mi trovi su Google: In cucina di corsa


Ciaoooo e grazieee!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...